CST GROUP SNC di Benetton Luca & C.

Viale Austria, 24 - 35020 Ponte San Nicolò (PD)
Tel. +39 049 8960642
Fax +39 049 8963077
info@cstclima.com
P. IVA: 03788370280

P.IVA / C.F. 03788370280
16/03/2009

Impianti di climatizzazione

Per quanto banale possa sembrare, qualsiasi impianto di condizionamento, sia civile che industriale, necessita di una corretta manutenzione al fine di ridurre al minimo le cause di rottura e di conseguenza allungare la vita delle apparecchiature. Forse non tutti sanno che...

All'interno di tutti gli impianti di climatizzazione è contenuto un gas refrigerante, che, a seconda dei modelli e della loro età, può essere di tipologie diverse.

Esistono delle normative che regolamentano il controllo dei gas refrigeranti per contenerne le emissioni inquinanti derivanti dalle perdite di refrigerante delle apparecchiature e/o degli impianti.
Tutti i tecnici frigoristi sono tenuti, nel rispetto delle normative, a seguire delle procedure sia in fase di controllo che in fase di riparazione.

IL CONTROLLO
a seconda della quantità di refrigerante contenuta nell'apparecchiatura/impianto, è previsto una periodicità dei controlli che consistono nella verifica della tenuta del circuito frigorifero e la redazione di un libretto o di un registro a seconda del gas refrigerante. La quantità di refrigerante minima per la quale sono previsti i controlli obbligatori è di 3Kg.

LA RIPARAZIONE
Ogni qualvolta il tecnico frigorista debba operare nel circuito frigorifero ( sia che si tratti di climatizzazione residenziale che di impianti più complessi) deve attenersi scrupolosamente agli obblighi previsti per legge, quindi è obbligato a RECUPERARE il FREON in apposite bombole e poi attivarsi con le procedure per lo smaltimento, qualora il refrigerante recuperato non sia più utilizzabile.

E' PERSEGUIBILE PENALMENTE CHI SCARICA IN ATMOSFERA GAS REFRIGERANTI.
Siamo a disposizione per eventuali approfondimenti